Il Manneken-Pis, il bambino più famoso di Bruxelles

Il Manneken-Pis, il bambino più famoso di Bruxelles

Volete sapere tutto sul Manneken-Pis, la statuetta a forma di bambino diventata simbolo di Bruxelles? Eccovi svelati finalmente tutti i segreti della piccola star della capitale!  

Questo monumento, situato nel cuore di Bruxelles, incarna il senso dell’umorismo dei brussellesi. Percorrendo le vie del centro, vi imbatterete sicuramente in questo personaggio che è forse una delle fontane più fotografate della città! 

Anche se molti vengono per scattargli una foto, le incredibili avventure di questo ragazzino sono veramente appassionanti. Scoprite le prove che ha dovuto affrontare, i suoi amici di bronzo e il suo amore per la moda. Ma prima di tutto, sapete perché è diventato un vero e proprio eroe? Numerose leggende parlano dell’origine del Manneken-Pis ma la più diffusa racconta le prodezze di un bambino che viveva nei pressi della rue de l’Étuve. 

  • La leggenda del Manneken-Pis 

    Spiegazione: La leggenda narra che Bruxelles stava resistendo da diversi giorni all’assedio degli invasori. Non riuscendo a penetrare nelle mura della città, questi avevano deciso di dargli fuoco. 

    Ed è proprio in quel momento che entrò in scena il nostro piccolo eroe, con la sua fastidiosa abitudine di alzarsi durante la notte per dare sfogo ai bisogni più pressanti. Uscendo di casa il ragazzino si accorse però della miccia accesa dagli invasori che stavano cercando di nascosto di dar fuoco alla città. Nell’assenza di fonti d’acqua nelle vicinanze, non ebbe altra scelta che urinarci sopra per spegnere la miccia e salvare quindi la città dalle fiamme! 

    Questo divertente aneddoto fece in poco tempo il giro di tutta la città e gli abitanti decisero di dedicargli una statua in onore del suo gesto eroico. 

    Ritorniamo ora ai fatti storicamente avvenuti. Altre statue in precedenza hanno portato il nome di Manneken-Pis, ma è proprio Jérôme Duquesnoy ad aver realizzato nel 1619 la famosissima statuetta di bronzo che ricorda Cupido e  che proprio l’anno scorso ha festeggiato 400 anni! Per ammirare la scultura originale, dovrete però visitare il Museo della Città di Bruxelles all’interno del meraviglioso palazzo sulla Grand-Place, la Maison du Roi, nella quale il bambino più famoso del Belgio ha ormai preso la residenza. Una tappa da non perdere anche grazie ai suoi vestitini talvolta esilaranti! 

  • Une grande garde-robe 

    Il Manneken-Pis può ritenersi fortunato perché è probabilmente il bambino con il guardaroba più fornito al mondo.  

    Secondo la tradizione, la sua passione per l'abbigliamento iniziò nel 1615. In un dipinto di Denis van Alsloot, Manneken Pis è raffigurato per la prima volta durante l'Ommegang, vestito da pastore. Ben presto seguirono abiti meno sobri, in particolare un costume donato nel 1698 da Massimiliano Emanuele II di Baviera e nel 1747 il più antico conservato e ancora da ammirare, il costume da cavaliere donato dal re di Francia. Negli anni successivi, il travestimento del Manneken Pis divenne una tradizione popolare. 

    Oggi, Nicolas, il suo vestitore personale, ha l’imbarazzo della scelta tra i 1.000 pezzi che costituiscono la sua collezione attualmente in mostra presso la Garde-robe del Manneken-Pis nella rue du Chêne.  

    Un consiglio: È possibile accedere alla Garde-robe del Manneken-Pis con lo stesso biglietto del Musée de la Ville. 

  • 400 anni di avventure 

    Il Manneken-Pis ha attraversato varie epoche e affrontato una serie di peripezie. Come molte opere esposte all’aria aperta, ha dovuto affrontare svariati problemi,  tra cui diversi furti e deterioramenti. 

    Il ragazzetto, è stato oggetto di diversi rapimenti, il primo da dei soldati, il secondo da un pregiudicato, ma è stato sempre fortunatamente ritrovato anche se in condizioni pietose. Amputato e vandalizzato nel corso dei secoli, nulla ha potuto scalfire la corazza del nostro piccolo eroe!  

    Tuttavia, tutte queste disavventure hanno costretto i responsabili della sua sicurezza a prendere una triste decisione: per il suo bene, infatti, la statuetta di bronzo è custodita assieme al resto della collezione e da allora, sulla fontana si trova una riproduzione dell’originale. Se volete scattare una foto al Manneken-Pis, quello vero, l’appuntamento è al Museo della città di Bruxelles! 

  • Gli amichetti del Manneken-Pis 

    Il ragazzino di bronzo ha una serie di amichetti in bronzo che imitano la sua mancanza di pudore! La statuetta di sua sorella, Jeanneke-Pis, decora infatti un’altra fontana nel cuore di Bruxelles. Commissionata da Denis-Adrien Debouvrie per ristabilire “la parità tra i sessi”, è stata ufficialmente presentata al pubblico nel 987. Questa bambinetta sorridente di 50 cm in Impasse de la Fidélité è sicuramente una curiosità da non perdere! 

    ©Santi Rodriguez

    Oltre a una sorellina, il Manneken-Pis doveva avere anche un animaletto e per questo Tom Frantzen ha creato un fedele compagno in bronzo con la brutta abitudine dei suoi padroni. Dal 1999, lo Zinneke-Pis gironzola per le vie della capitale e fa sorridere tutti i passanti che hanno la fortuna di imbattersi in questa piccola palla di pelo. 

    Piccolo aneddoto: Nel 2015, durante una delle sue solite passeggiate, sbadato e piccolo com’era, è stato colpito da un’automobile. Dopo una breve convalescenza, è tornato da poco al suo posto in rue des Chartreux con un nuovo look. Proprio come i suoi padroni, è un’attrazione davvero unica a Bruxelles.