Casa di Erasmo

La Casa di Erasmo deve il suo nome e la sua fama ad Erasmo da Rotterdam, che vi soggiornò nel 1521. Divenuta un museo dedicato al grande umanista rinascimentale, è luogo di esposizione di una collezione unica composta da opere d'arte - sculture e dipinti di maestri fiamminghi -, mobili e libri antichi, molti dei quali scritti dallo stesso Erasmo. Se la Casa di Erasmo è una delle più antiche di Bruxelles - costruita in tre fasi nel corso dei secoli XV e XVI -, nel 1932 è stata oggetto di un restauro completo voluto, nello spirito del più puro storicismo, da Daniel Van Damme, fondatore del museo, con l'aiuto dell'architetto Charles Van Elst, che costruì anche la casa di Maurice Carême. Gli spazi interni sono stati poi riconvertiti in sale del museo. Queste sono state decorate (una stanza con le pareti completamente rivestite di sontuose pelli di Cordoba) ed arredate con mobili provenienti dall'antica collezione del Ministro Vandenpeereboom. Gli interni sono quindi ricostruzioni con lo scopo di dare ai visitatori un'idea di quello che poteva essere una residenza rinascimentale. Le ricostruzioni sono in parte basate su documenti storici (lo studio di Erasmo che dà sul giardino) ed in parte su ritrovamenti archeologici quali lo splendido fregio affrescato del primo piano. Nella parte posteriore della casa, un ampio giardino ombreggiato da grandi alberi conserva alcuni resti archeologici dell'antico castello di Anderlecht, poeticamente abbinati a diverse installazioni di artisti contemporanei.

Compra la tua Bruxelles Card

Informazioni pratiche