I 10 edifici in stile Art Nouveau più visitati di Bruxelles!

Lontano da tutti quei neo-stili, è tempo di nuovi materiali come ferro, acciaio e vetro! La rivoluzione dello stile era già iniziata in Francia e in Gran Bretagna, ma fu in Belgio che nacque l'Art Nouveau, grazie alla mente visionaria di Victor Horta.

Nacque nel 1893, con la costruzione dell'hotel Tassel, che (meglio di qualsiasi altro avrebbe potuto fare) ha dato origine al nuovo stile architettonico.

L'edificio è stato un primo grande biglietto da visita per Horta, che ha continuato a lasciare il segno nella capitale insieme al supporto di altri grandi architetti della fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo come Hankar, Van de Velde, ecc.

Durante questo periodo si è passati dallo stile Neogotico, al Neoclassicismo, al neorinascimentale, ecc. In quest'epoca si sperimentarono nuove idee, materiali e uno stile naturale ed elegante , con un tocco di Giappone per contrastare la fredda e grigia marcia dell'industrialismo.

È stato anche un periodo proficuo per lo sviluppo  delle aree urbane: i tempi erano prosperi e la popolazione era più che felice di fornire fondi per la costruzione. In cambio, Bruxelles ha ottenuto gemme Art Nouveau che rimangono ancora oggi l'invidia del resto del mondo.

  • Assicuratevi di visitare questa top 10 degli edifici in stile Art Nouveau a Bruxelles:

  • 1. Horta Museum

    L' Horta Museum è  costituito da due edifici collegati: la casa dell'architetto e il suo laboratorio. Sono l'esempio di Art Nouveau nella sua forma più pura, al suo apice. Entrambi gli edifici furono acquistati dal comune di Saint-Gilles negli anni '60 e trasformati in un museo, aperto nel 1969.

    Visita: il museo è aperto dal martedì alla domenica 2: 00-17: 30. L'ultimo ingresso è alle 17:00

  • 2. Tassel Hotel

    Il Tassel hotel è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità dall' UNESCO nel 2000. E a ragione, visto che è considerato il primo vero edificio in stile Art Nouveau nel mondo ed è, quindi, un'icona architettonica.

    Visita: la sede può essere visitata su richiesta, ma si prega di informarsi in anticipo. Soggetto alla disponibilità del proprietario.

  • 3. Casa Autrique

    La Casa Autrique (Autrique House), progettata da Victor Horta nel 1893, è la prima grande casa di città che il grande architetto ha costruito, nello stesso periodo del Tassel Hotel. Anche qui le innovazioni strutturali e decorative sono caratteristiche dell'Art Nouveau.

    Visita: da mercoledì a domenica, dalle 12:00 alle 18:00 - ultimo ingresso alle 17.30.

  • 4. Casa Cauchie 

    La casa Cauchie (Cauchie House), che risale al 1905, prende il nome dal suo architetto e dal proprietario originale Paul Cauchie, che ha lavorato principalmente con decorazioni e pittura. Le sue specialità erano i grandi graffiti, che è facile vedere sulla facciata dell'edificio.

    Visita: ogni primo fine settimana di ogni mese, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30. L'ultima visita è stata alle 16:30.

  • 5. Musical Instrument Museum (MIM)

    L'edificio Old England - in precedenza un negozio, ma ora di proprietà del governo - è un notevole esempio di Art Nouveau, con la sua struttura metallica nera. Sebbene il MIM sia spesso considerato solo questa struttura in metallo scuro, la costruzione completa è composta da tre edifici in cui sono esposti non meno di 1200 strumenti musicali, con oltre 8.000 conservati in totale .

    Visita: dal martedì al venerdì: dalle 09:30 alle 17:00 Sabato, domenica e nei giorni festivi: dalle 10:00 alle 17:00

  • 6. Casa Max Hallet 

    Questo edificio lungo la prestigiosa Avenue Louise è veramente sobrio. Ciò non dipende semplicemente dall'evoluzione logica dell'architettura Art Nouveau avvenuta intorno al 1900, ma anche dallo scopo dell'edificio. Fu costruito da Victor Horta nel 1903 per essere sia una casa che un ufficio per l'avvocato Max Hallet.

    Visita: la sede può essere visitata su richiesta, ma si prega di informarsi in anticipo. Soggetto alla disponibilità del proprietario. www.explore.brussels

  • 7. Casa Solvay 

    La casa Solvay (Solvay House) è considerata una delle opere più raffinate di Victor Horta, ma sorprendentemente non sarà aggiunta alla lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 2003. Costruita sulla chic Avenue Louise, è un perfetto esempio di come vivessero le famiglie benestanti appartenenti alla classe  borghese nel XIX secolo .

    Visita: la sede può essere visitata su richiesta, ma si prega di informarsi in anticipo. Soggetto alla disponibilità del proprietario. www.explore.brussels

  • 8. Casa Eetvelde 

    Secondo lo stesso Victor Horta , la casa Eetvelde (Eetvelde House), che è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2000, è stato il più audace di tutta la sua opera. Il politico Edmond van Eetvelde era qualcuno che credeva nelle nuove idee e innovazione architettonica. Permise ad Horta di lasciare che la sua ispirazione artistica si scatenasse quando lo incaricò di progettare una casa per la sua famiglia.

    Visita: la sede può essere visitata su richiesta, ma si prega di informarsi in anticipo. Soggetto alla disponibilità del proprietario. www.explore.brussels

  • 9. Casa Ciamberlani 

    Questa grande casa a schiera costruita nel 1897 per il pittore Albert Ciamberlani, è senza dubbio una delle più belle realizzazioni dell'architetto liberty Paul Hankar. Fu commissionato dalla madre del pittore.

    Visita: la sede può essere visitata su richiesta, ma si prega di informarsi in anticipo. Soggetto alla disponibilità del proprietario. www.dayoff.be

  • 10. Il Belgian Comic Strip Center (BCSC)

    Il Belgian Comic Strip Center si trova in quello che un tempo era un magazzino di tessuti. Victor Horta è stato incaricato dal commerciante tessile Charles Waucquez di sviluppare l'edificio. Negli anni '80 l'edificio fu acquistato dal governo per salvarlo dalla demolizione.

    Visita: tutti i giorni dalle 10 alle 18.